Ridimensionare foto in serie

Camera 3     Camera 3     Camera 3

In questo articolo: Quando farlo? Quale programma scegliere? Visualizzare le foto, Fotosizer, Selezionare le foto da ridimensionare, Scegliere la dimensione finale, Creare o scegliere la cartella di diestinazione, Assegnare un nome diverso alle foto ridotte, Irfanview, Opzioni, Altri programmi di ridimensionamento
Livello di difficoltà: l’uso di Fotosizer è semplice. Meno semplice ma utile è sapersi destreggiare fra le cartelle nell’albero dell’hard disk.

Quando farlo?

Le fotografie digitali vanno ridimensionate almeno in due occasioni diverse, quando ne vogliamo inviare molte per posta elettronica e quando vogliamo pubblicarle in Internet, per esempio su un forum o su un blog.

Nel primo caso, se abbiamo fretta, ecco che ci vengono utili i programmi descritti qui, in questo articolo. Per ridurre 100 foto possone servire circa 6 minuti in cui il PC lavora da solo.

Nel secondo caso è meglio dedicarsi con cura ad una foto alla volta (vedi: Software per fotoritocco). Ovviamente occorre molto più tempo e impegno. Se per ogni foto, ad essere molto veloci, serve 1 minuto, per 100 foto, contando di scartare molti scatti, servirà più di 1 ora di buona concentrazione.

Quale programma scegliere?

Se cerchiamo sui vari siti di download del software (vedi: Software gratis da Internet) un programma per ridimensionare le foto in serie c’è da perdere la testa. Ne troviamo talmente tanti che ciascun sito ne consiglia di diversi. Difficile capire qual è il migliore andando a controllare i punteggi degli esperti e il gradimento degli utenti. L’abbondanza forse è dovuta al fatto che questi programmi devono svolgere una operazione relativamente semplice. Questo però ci dice che è abbastanza difficile sbagliare scelta.

Ne proponiamo qui due: Fotosizer e Irfanview egualmente validi, il primo dedicato esclusivamente a questa funzione, il secondo invece è un visualizzatore di immagini molto popolare che svolge questa funzione in modo semplice ed essenziale.

Potreste tenerli entrambi sul vostro PC. Sono diversi ma per questo scopo vanno benissimo

Il guaio è che questi programmi non si usano spesso, e,  all’occorrenza,  può capitare di non ricordarsi come destreggiarsi nelle varie regolazioni. Spero che questo articolo possa aiutarvi a rinfrescare la memoria.

Visualizzare le foto

In genere per visualizzare le foto basta lo strumento già incluso nel Sistema Operativo, ma a volte è comodo ricorrere a programmi specializzati, che hanno sempre qualche funzione in più.

Permettono

  • di vedere molte immagini insieme in varie dimensioni,
  • di raddrizzarle automaticamente,
  • di vedere assieme alla foto i vari dati
  • e molto altro.

Uno dei migliori, se non il migliore è Irfanview. Lo uso raramente ma è importante averlo a disposizione. Il vostro PC non ne soffrirà di certo. Ne parlo qui per uno dei suoi tanti pregi, fra cui la capacità di ridimensionare le foto in batteria.

Fotosizer

Molti programmi fanno tante cose ma spesso ne fanno poche bene e le altre così, così. Meglio usare quelli che fanno una cosa sola ma bene. Fotosizer è uno di questi.

Consiglio Fotosizer, nella versione gratuita. È localizzabile in italiano.

Ridimensiona tutte le foto che vogliamo in una volta sola, meglio se in un’unica cartella, mette i risultati in una cartella diversa e può modificare il nome.

Ecco come si presenta una volta installato

Fsiz 0_rs

Fig 1: 1 – opzioni per lingua italiana, 2 – Caericare i file di una cartella, 3 – regolare le dimensioni finali, 4- misure predisposte 800 x 600, 5 – mantenere le proporzioni

Se non appare in italiano basta andare nelle opzioni (Fig 1, punto 1) e selezionare l’italiano, una volta per tutte.

La cosa più difficile, si fa per dire, è impostare le varie opzioni. Ce ne sono diverse ma alcune abbastanza inutili. Vediamo le essenziali che sono quattro:

  1. Selezionare le foto (i file) da ridimensionare
  2. Stabilire la dimensione finale in pixel
  3. Creare o scegliere la cartella di diestinazione
  4. Rinominare le foto (i file)

Selezionare le foto da ridimensionare

Nella parte sinistra dovete andare a selezionare le foto da ridimensionare. Basta indicare la cartella con Aggiungi cartella (Fig 1, punto 2) , ma anche le singole foto.

Appariranno le foto (volendo potete modificare la modalità di visualizzazione ma lascerei perdere).

Scegliere la dimensione finale

Da Settaggi di ridimensionamento (Fig 1, punto 3) si sceglie la dimensione finale. Se non sapete cosa scegliere usate le dimensioni preselezionate, per esempio 600 x 800 (Fig 1, punto 4) . Controllare  che sia selezionato solo Mantieni le proporzioni (Fig 1, punto 5) . Ci pensa eventualmente il programma a dimensionare uno dei due lati in modo diverso, se necessario.

Creare o scegliere una cartella di destinazione

Saltate le altre opzioni a andate a Scegli destinazione (Fig 2, punto 1). Scegliete la cartela di destinazione se l’avete già (Fig 2, punto 2), altrimenti la potete creare dal programma stesso (Fig 2, punto 3) .

Se dovete creare delle specie di provini che poi non vi serviranno più, potete creare una cartella provvisoria sul desktop. Se le foto sono di una gita a Mantova del 24/05/2015 chiamatela Mantova 240515 ridotte. Ma va bene anche Prova o Provini.

Fsiz 2_rs

Assegnare un nome diverso alle foto ridotte

Una regola fondamentale per chi fa foto digitali è conservare gli scatti originali in un archivio ben organizzato, oltre che fare il backup. Le foto ridotte in serie non sono di solito così importanti come gli originali ed è bene distinguerle con un nome diverso. Basta aggiungere una sigla al nome originale, in modo che questo sia riconoscibile.

L’ultima opzione da scegliere serve a modificare il nome di ogni foto (Fig 2, punto 4).

  • Evitate %F che mantiene il nome originale.
  • Io preferisco %F_r che per me vuol dire foto ridotta. Se il file originale è IMG_0832.jpg otterrete IMG_0832_r.jpg.
  • Va bene anche %F_%Wx%H che aggiunge al nome le misure in pixel della foto ridotta. Così nell’esempio IMG_0832_800x530.jpg.

A questo punto basta premere il pulsante Avvio (Fig 2, punto 5) e in pochi secondi o minuti avrete finito il vostro lavoro

Quando userete nuovamente il programma troverete le impostazioni già selezionate e farete ancora prima. Controllate piuttosto che le impostazioni vadano bene.

All’avvio vi chiederà se volete passare alla versione professionale. Potete ignorare la richiesta.

Irfanview

Qui trovate delle istruzioni dettagliate: http://www.settorezero.com/wordpress/ridimensionare-le-foto-in-blocco-con-irfanview/

La funzione di ridimensionamento

Si trova in File / Conversione inserie (Fig 3)

Irf 1_r

Fig 3

Le opzioni

Le opzioni si trovano quasi tutte nel menù Conversione in serie (Fig 4)

Vediamole seguendi i punti indicati nella Figura 4:

  1. Selezionare la funzione Converti in serie e Rinomina i file risultanti
  2. Selezionare la cartella che contiene le foto da ridimensionare
  3. Aggiungere tutti i  file (volendo si rimuovono o si aggingono singolarmente dall’elenco)
  4. Per stabilire le dimensioni delle foto risultanti occorre aprire un sotto menù (Fig 5)
  5. Per modificare il nome selezionare o scrivere il codice opportuno. $N_r aggiungerà al nome originale la sigla _r.
  6. Selzionare la cartella di destinazione
  7. Avviare il ridimensionamento in serie
Irf 2_rsjpg

Fig 4

Per stabilire le dimensioni dei file finali occorre aprire da Avanzate (Fig 4, punto 4)  il sottomenù  rappresentato nella Figura 5.

Irf 3_rs2

Fig 5

Vediamo quali opzioni selezionare seguendo i punti indicati nella medesima figura:

  1. Selezionare Ridimensiona. Automaticamente si selezionerà anche Imposta nuovedimensioni.
  2. Impostare il lato lungo, per esempio a 800
  3. Controllare che siano selezionati Mantieni le proporzioni e Usa la funzione ricampiona
  4. Cliccare su OK per tornare al menù precedente (Fig 4) e riprendere dall punto 5.

Quale preferire fra Fotosizer e Irfanview?

Fotosizer sembra più intuitivo e facilità alcune scelte già predisposte. In Irfanview non sono riuscito a creare una cartella di destinazione che non fosse una sottocartella di quella degli originali e ci sono moltissime opzioni che lo rendono adattabile a molti altri scopi ma che rischiano di confondere le idee. In compenso Irfanview è stato molto più rapido a ridimensionare le stesse foto.

Altri programmi di ridimensionamento

Fra i molti…

  • Fastone Photo Resizer
  • Light image resizer
  • File minimizer-pictures
  • VSO image resizer
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Abilità di base, Software, Temi e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...